Quella confessione (in esclusiva) di Lorenzo Necci, ripresa da tutti i giornali

L’ex amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato Lorenzo Necci, 67 anni, è morto domenica pomeriggio dopo essere stato investito da un’automobile mentre percorreva in bicicletta la provinciale Fasano-Savelletri, in Puglia. L’incidente è avvenuto intorno a mezzogiorno. Necci, soccorso e accompagnato nel vicino ospedale di Ostuni (Brindisi) è morto alcune ore dopo per le gravi lesioni e fratture multiple riportate. Necci era stato prima presidente di Enichem, e poi di Enimont e amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato fino al 1996. Necci era in vacanza con la sua compagna in una masseria di Fasano dove abitualmente trascorreva i fine settimana.

La grande rabbia di Necci, e la paura, sono nate alla Spezia. Non e’ ancora riuscito a capire perche’ dopo trent’anni di attivita’ pubblica ai massimi livelli improvvisamente e’ finito in carcere. “Liquidato, anzi sacrificato” dice lui. Una carriera senza ostacoli fino quasi a diventare il super-ministro economico e poi l’inchiesta di un anno fa, il fango, la fine politica. I suoi legali hanno confermato in pieno oggi la sostanza dello sfogo che Necci ha affidato ieri al Tg1. Uno sfogo che vale un’assicurazione sulla vita. “Se muoio, le dico fin d’ora, non mi sono suicidato” ci ha confessato quando a Perugia era gia’ buio e l’ex presidente dell’Enimont era reduce da qualcosa come otto ore di interrogatorio definite da lui stesso “pesanti”. Sia il prof. Stile che l’avvocato Balducci hanno anzi rivelato che Necci da mesi confida a loro le stesse paure. Ma di cosa e di chi ha paura?,gli abbiamo chiesto, per capire. “Di chi non lo so. Le posso soltanto sottolineare un dato – ci ha detto Necci – ci sono stati momenti in cui una mia firma valeva 25 mila miliardi. Chissa’ a quanti ho dato fastidio”. Ma a chi? Necci l’altra sera ha allargato le braccia. Il prof. Stile oggi ha spiegato: “Non una persona o una sola forza. Ma non puo’ essere casuale che improvvisamente le procure di mezza Italia, da Napoli ad Aosta, da Salerno a Venezia, abbiano individuato in Necci il centro di tutto il malaffare nazionale. Bisognerebbe capire – ha detto ancora il legale dell’ex amministratore delle ferrovie – chi ha voluto l’inchiesta della Spezia. Ma soprattutto chi ha selezionato quelle intercettazioni. Le ombre sono ancora troppe”.  blog
 
 
MAGISTRATI INDAGATI: NECCI A TG1 “MI HANNO MINACCIATO” =(AGI) – ROMA, 29 AGO. – L’EX AMMINISTRATORE DELEGATO DELLE FERROVIE DELLO STATO LORENZO NECCI SAREBBE STATO PIU’ VOLTE MINACCIATO DI MORTE. E’ QUANTO SOSTIENE IL TG1 IN UN SERVIZIO ANDATO IN ONDA NELLA EDIZIONE DELLE 20 A CURA DELL’INVIATO PINO SCACCIA CHE IERI HA RACCOLTO, FUORI MICROFONO, LO SFOGO DELL’ALTO MANAGER DI STATO, A CONCLUSIONE DEL LUNGO INTERROGATORIO SOSTENUTO DAVANTI AI PM DI PERUGIA.  “PER MOLTI ANNI – HA CONFIDATO NECCI AL GIORNALISTA RAI – IO SONO STATO AL CENTRO DI INTERESSI ENORMI. E INTORNO A QUESTI INTERESSI CI SONO STATE, COME TUTTI SANNO, MOLTE MORTI. POSSO RIVELARE CHE GIA’ CI HANNO PROVATO ANCHE CON ME. DAVANTI A TESTIMONI, LE DICO UFFICIALMENTE ADESSO: SE IO MUOIO, NON MI SONO SUICIDATO. NON HO NESSUNA INTENZIONE DI TOGLIERMI LA VITA”. PER ALFONSO STILE, UNO DEI LEGALI DI NECCI, QUESTE SONO PAROLE DI UN UOMO CHE HA ESPRESSO PUBBLICAMENTE LA PROPRIA AMAREZZA PERCHE’ SI SENTE VITTIMA DI UN COMPLOTTO ORDITO DA ALTRI.(AGI)  COP/LAM 292032 AGO 97

MAGISTRATI INDAGATI: NECCI INTERROGATO NON PARLA DI MINACCE =(AGI) – ROMA, 30 AGO. – NELLE OLTRE 7 ORE DI INTERROGATORIO SVOLTOSI A PERUGIA GIOVEDI SCORSO L’EX AMMINISTRATORE DELEGATO DELLE FS LORENZO NECCI NON HA MAI DENUNCIATO AI PM CARDELLA, CANNEVALE, DELLA MONICA E RENZO DI TEMERE PER LA SUA VITA. LO HA FATTO, INVECE, POCO DOPO, IN UN COLLOQUIO CON L’INVIATO DEL TG 1 PINO SCACCIA, PASSEGGIANDO PER LE STRADE DEL CAPOLUOGO UMBRO E QUESTO PRIMA ANCORA CHE IL LUNGO INTERROGATORIO REGISTRATO VENISSE TRASCRITTO. MA ALLORA PERCHE’ A UN GIORNALISTA NECCI, DOPO ESSERE STATO PER OLTRE SETTE ORE DI FRONTE A DEI MAGISTRATI, CONFIDA: “PER MOLTI ANNI IO SONO STATO AL CENTRO DI INTERESSI ENORMI. E INTONRO A QUESTI INTRERESSI CI SONO STATE, COME TUTTI SANNO, MOLTE MORTI. POSSO RIVELARE CHE GIA’ CI HANNO PROVATO ANCHE CON ME. DAVANTI A TESTIMONI (I SUOI LEGALI DI FIDUCIA NDR) LE DICO UFFICIALMENTE ADESSO: SE IO MUOIO, NON MI SONO SUICIDATO. NON HO NESSUNA INTENZIONE DI TOGLIERMI LA VITA”. PAROLE PESANTI COME MACIGNI. PER UNO DEI SUOI DIFENSORI, L’AVVOCATO PAOLA BALDUCCI – CHE NON SMENTISCE IL SERVIZIO DEL TG 1 – QUEL COLLOQUIO DI NECCI CON IL GIORNALISTA PINO SCACCIA “E’ STATO UNO SFOGO PERSONALE”. (AGI)

MAGISTRATI INDAGATI: DOPO NECCI PER PM BREVE PAUSA DI “FERIE”= (AGI) – PERUGIA, 30 AGO. – L’INTERROGATORIO FIUME DI OLTRE SETTE ORE DELL’EX AMMINISTRATORE DELEGATO DELLE FS LORENZO NECCI HA COSTITUITO L’ULTIMO  SFORZO, PRIMA DI UNA  BREVE PAUSA DI VACANZA, DEI MAGISTRATI PERUGINI. INFATTI SIA IL SOSTITUTO PROCURATORE FAUSTO CARDELLA, COORDINATORE DEL POOL, CHE IL SUO DIRETTO SUPERIORE NICOLA MIRIANO DA OGGI SONO IN FERIE: UNA BREVISSIMA PAUSA DI UNA SETTIMANA.  OGGI A PERUGIA I GIORNALISTI SONO RIMASTI A “RAGIONARE” SUI MOTIVI CHE HANNO INDOTTO LORENZO NECCI A CONFIDARE LE SUE PAURE (“SE MUOIO, NON MI SONO SUICIDATO”), ANZICHE’ ALLA MAGISTRATURA, AD UN GIORNALISTA TELEVISIVO E ALLA PRESENZA DEI PROPRI DIFENSORI. L’INCONTRO, COME NOTO, E’ AVVENUTO DINANZI ALL’HOTEL BRUFANI, ATTORNO ALLE 21 DI GIOVEDI’, QUANTO LA TENSIONE DELL’INTERROGATORIO PROTRATTOSI PER OLTRE 7 ORE, NON C’ERA PIU’. ELEGANTEMENTE VESTITO, DI SCURO, CON UNA GROSSA BORSA IN MANO, LORENZO NECCI, UNA VOLTA LASCIATO PALAZZO DI GIUSTIZIA DI PIAZZA MATTEOTTI, A PIEDI HA RAGGIUNTO PIAZZA ITALIA E LARGO DELLA LIBERTA’, ACCOMPAGNATO DAI SUOI LEGALI. QUI L’INCONTRO CON IL GIORNALISTA DELLA RAI, AL QUALE NECCI HA “AFFIDATO” IL SUO “SFOGO PERSONALE”.

INCHIESTE PERUGIA: MINACCE; LEGALI, NECCI LO DISSE ANCHE A NOI (ANSA) – PERUGIA, 30 AGO – LORENZO NECCI AVEVA GIA’ RIPETUTO PIU’ VOLTE LA FRASE SULLE MINACCE ANCHE AI SUOI LEGALI. A RIVELARLO E’ STATO OGGI ALFONSO STILE, UNO DEGLI AVVOCATI DI NECCI, CHE E’ TORNATO INSIEME ALLA COLLEGA PAOLA BALDUCCI A SPIEGARE LA FRASE CHE L’EX AMMINISTRATORE DELEGATO DELLE FS HA DETTO AD UN GIORNALISTA DEL TG1 AL TERMINE DELL’INTERROGATORIO DI PERUGIA: “SE MUOIO – AVEVA DETTO NECCI SECONDO QUANTO RIFERITO DAL GIORNALISTA – SAPPIATE CHE NON MI SONO SUICIDATO”. SECONDO I SUOI LEGALI, PERO’,  LORENZO NECCI NON AVREBBE RICEVUTO ALCUNA “ESPLICITA MINACCIA” DI MORTE ED IL TIMORE MANIFESTATO E’ DOVUTO ALLA “SITUAZIONE DI ISOLAMENTO” NELLA QUALE SI SAREBBE TROVATO DOPO ESSERE STATO ARRESTATO DAI MAGISTRATI DELLA SPEZIA.   L’AVVOCATO STILE E’ ANCHE TORNATO SULLA QUESTIONE DEI NOMI DI PERSONALITA’ FATTI DA NECCI: “RIBADISCO CHE DI NOMI NE SONO STATI FATTI TANTI, MA NESSUNO DI QUESTI E’ COINVOLTO NELLE INDAGINI. NECCI HA PARLATO DELLA SUA CARRIERA CITANDO MOLTISSIMI EPISODI PROFESSIONALI ALCUNI DEI QUALI LEGATI ANCHE A PERSONAGGI COME ANDREOTTI E AMATO”.   IERI STILE COMMENTANDO ALCUNI NOMI PUBBLICATI SUI GIORNALI (PRODI, MACCANICO E DINI) AVEVA DETTO CHE NE ERANO STATI FATTI ALCUNI DI “RILEVANZA SUPERIORE”: OGGI LO STESSO LEGALE HA PRECISATO CHE NON SI RIFERIVA “A PERSONALITA’ ISTITUZIONALI ATTUALMENTE IN CARICA”. “VOGLIO SPECIFICARE – AFFERMA INFATTI STILE – CHE NON MI RIFERIVO A PERSONALITA’ ISTITUZIONALI ATTUALMENTE IN CARICA, MA A POLITICI, COME ANDREOTTI, CHE HANNO AVUTO UNA RILEVANZA MAGGIORE PER LA STORIA ITALIANA, CON TUTTO IL RISPETTO PER PRODI IL QUALE HA APPENA COMINCIATO LA SUA ESPERIENZA IN QUESTO CAMPO. RIPETO COMUNQUE CHE NESSUNO E’ ASSOLUTAMENTE COINVOLTO NELLE INDAGINI, MA I NOMI SONO EMERSI IN UN DISCORSO AD AMPIO RAGGIO SULLA CARRIERA DEL MIO ASSISTITO”.   TORNANDO ALLA FRASE SULLE MINACCE L’ AVVOCATO BALDUCCI HA SOSTENUTO CHE SI E’ TRATTATO “SOLO DI UNO SFOGO PERSONALE”. PERCHE’ NECCI SI SENTE MINACCIATO? “NON LO SO – RISPONDE IL LEGALE – LO DOVETE CHIEDERE AL MIO ASSISTITO CHE IN QUESTI GIORNI NON E’ PERO’ RAGGIUNGIBILE. UN COMPLOTTO CONTRO DI LUI? IO NON FACCIO ALCUN TIPO DI VALUTAZIONE: GUARDATE VOI I FATTI”.   “IL MIO ASSISTITO – AGGIUNGE A SUA VOLTA STILE – SI SENTE ISOLATO ANCHE SOTTO IL PROFILO PROFESSIONALE PERCHE’ QUESTA VICENDA GLI HA TAGLIATO TUTTI I PONTI ANCHE CON IL MONDO DEL LAVORO E LUI HA INVECE LA NECESSITA’ DI LAVORARE. PERCEPISCE TUTTO QUESTO COME UN DATO OBIETTIVO E DICE ‘PROBABILMENTE QUALCUNO MI VUOLE MORTO”. NECCI, NEL CORSO DEL SUO SFOGO CON IL GIORNALISTA DELLA RAI, AVEVA DETTO DI AVERE TIMORE PER LA SUA INCOLUMITA’ “ESSENDO STATO AL CENTRO DI GRANDI INTERESSI, VICENDE NELLE QUALI CI SONO GIA’ STATE MOLTE MORTI MISTERIOSE. MI SENTO TRADITO DA TUTTI”. STILE SOTTOLINEA CHE DOPO LA SPEZIA L’ EX AMMINISTRATORE DELLE FERROVIE E’ STATO CHIAMATO IN BALLO DAI GIORNALI PER LE INDAGINI SVOLTE DALLE PROCURE DI “MEZZA ITALIA: DA NAPOLI AD AOSTA, DA SALERNO A VENEZIA”. “LA SUA POSIZIONE – AFFERMA L’ AVVOCATO STILE – ERA SEMPRE MARGINALE, COME MI DICEVANO I PUBBLICI MINISTERI TITOLARI DELLE INDAGINI, MA SUI GIORNALI ERA SEMPRE LA FIGURA DI NECCI AD ESSERE MESSA IN MAGGIORE EVIDENZA. LO STESSO E’ ACCADUTO PER I RECENTI FATTI CHE HANNO RIGUARDATO LE FERROVIE: DAL DERAGLIAMENTO DEL PENDOLINO, AL CROLLO DELLA GRU, ALLE PARCELLE DEI SUOI AVVOCATI. NECCI NON C’ ENTRAVA NULLA, MA E’ SEMPRE STATO CHIAMATO IN CAUSA”. MA CHI E’ CHE VUOLE ISOLARE IL SUO ASSISTITO? “NON RIUSCIAMO A CAPIRLO O A FARE IPOTESI – RISPONDE – PERCHE’ ALTRIMENTI LO AVREMMO GIA’ DETTO. SIAMO SICURI CHE DIETRO A TUTTO NON CI PUO’ ESSERE UNA FORZA SOLTANTO E, COMUNQUE, LA CHIAVE E’ NELLA NASCITA DEL PROCEDIMENTO DELLA SPEZIA. BISOGNA CAPIRE CHI HA SELEZIONATO LE INTERCETTAZIONI CHE PORTARONO ALL’ ARRESTO DI NECCI”.  (ANSA).

dal sito di Artemide

DA “LA REPUBBLICA”

DA IL “CORRIERE DELLA SERA”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: